STORIA - Santa Gilla

Vai ai contenuti

Menu principale:

STORIA

 

Le prime tracce di insediamento umano a Santa Gilla risalgono al VIII secolo a.C., ma lo stagno di Santa Gilla era in realtà già frequentato dall’Età del Bronzo, probabilmente per la pesca. Alcuni reperti farebbero pensare ad un insediamento fenicio. Era presente in questo periodo un insediamento urbano sulla costa orientale della laguna, con relativo porto. Commercio e pesca erano le attività fondamentali. Nel Medioevo l’insediamento di Santa Gilla, chiamata allora Santa Igia, divenne il centro principale della zona. Le acque della laguna di Santa Gilla, oltre che fruibili per la pesca, erano navigabili e qui nel 1194 si svolse una guerra navale tra Genovesi e Pisani per conquistare il predominio sul Giudicato di Cagliari. Nel XVI secolo il fondale dello stagno subì drastiche modifiche in seguito ad interventi di bonifica idraulica. Nel ‘900 si stipulò un accordo fra la società Contivecchi e lo Stato per l'estrazione del sale marino. L'area occidentale dello stagno venne bonificata e si realizzarono gli impianti di Macchiareddu. Questo evento ridimensiono l'attività della pesca, relegata alla laguna di Santa Gilla.

APPROFONDIMENTO

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu